ASSISTENZASICUREZZA

Ultimo mese di supporto ufficiale per Windows 7

ultimo mese di supporto ufficiale per windows 7

Microsoft aveva già esteso il supporto fissato nel 2017 per altri tre anni con le configurazioni più recenti.

La scadenza ultima è ora fissata per il 14 gennaio 2020 (nel 2023 per le aziende che decideranno di estendere il supporto a pagamento).

Superata tale data, il sistema ti avviserà attraverso messaggi indicanti che il supporto è scaduto ma non smetterà di funzionare.

Microsoft consiglia vivamente di passare a Windows 10 prima di gennaio 2020 per evitare che, in caso di bisogno, l’assistenza o il supporto non sia più disponibile.

Inoltre, a partire da tale data saranno sospesi i rilasci di tutti gli aggiornamenti utili alla protezione del tuo PC.

Per tutte le informazioni dettagliate leggi l’articolo ufficiale di Microsoft al seguente link: https://support.microsoft.com/it-it/help/4057281/windows-7-support-will-end-on-january-14-2020

Bisogna però precisare che, formalmente, Windows 7 supporta unicamente CPU Intel Core fino alla 6a generazione (inclusa), ovvero quella nota con il nome in codice Skylake e rilasciata nel 2015. Per sfruttare una CPU Intel di generazione successiva, oppure una CPU Ryzen di AMD, Microsoft impone l’uso di Windows 10.

Il raggiungimento della data di fine supporto di Windows 7 non deve essere sottovalutato!

Le principali accortezze da adottare per gestire la situazione in sicurezza sono:

  1. impiegare un browser web moderno, come Google Chrome o Mozilla Firefox al posto di Internet Explorer
  2. installare un AdBlock che escluda script di terze parti potenzialmente ostili
  3. installare un buon antivirus
  4. attivare Windows Firewall e assicurarsi che non venga mai disattivato
  5. aprire solo siti fidati, e non cliccare banner o seguire collegamenti a risorse esterne
  6. aprire solo email da indirizzi attendibili e comunque fare attenzione al mittente (che sia reale) e agli allegati
  7. evitare download e installazione di programmi da fonti non-ufficiali
  8. intensificare la frequenza dei backup (se il PC contiene dati importanti)
  9. evitare l’uso di carta di credito, la memorizzazione di password o l’accesso tramite credenziali a servizi sensibili

Questa configurazione è consigliata esclusivamente per chi utilizza il PC saltuariamente e principalmente disconnesso da Internet, tenendo comunque presente che il sistema sarà esposto ad un rischio per la sicurezza.

Ti piace il nostro articolo? Condividilo:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
LinkedIn